Incarico esclusiva

L’importanza del conferimento dell’incarico di vendita in esclusiva

Dopo aver espresso l’importanza dell’incarico di vendita, mi soffermo sul perché questo debba, a mio avviso, essere conferito in esclusiva.

Come concetto di base ritengo che una ben organizzata struttura immobiliare, debba essere in grado di pianificare un investimento economico su ciascun immobile gestito al fine di poter produrre nel più breve tempo possibile il miglior risultato alla proprietà.

Per investimento economico intendo:

  • un servizio fotografico effettuato da un professionista completo di foto a 360°, tour virtuali degli immobili e video; inoltre, a secondo del tipo di immobile trattato, anche tour all’interno dell’abitazione in 3D;
  • realizzazione di cartelli, volantini, brochure, striscioni e quant’altro possa essere mirato ad una informazione professionale di ciascun immobile trattato, valutando con attenzione ubicazione, esposizione e contesto in cui è inserito;
  • posizionamento Top sui portali di settore con maggior transito, mantenendo tali posizioni per l’intera durata dell’incarico di vendita ricevuto.

Indubbiamente quanto sopra elencato, tanto decantato da tutte le agenzie immobiliari, può essere messo in pratica nei modi più efficienti da ciascuna di esse esclusivamente a seguito di un incarico di mediazione per la vendita ricevuto in esclusiva, poiché solo ciò può confermare piena fiducia e permettere lo svolgimento di un lavoro professionale in serenità, sapendo di poter ottenere, portando a termine il proprio impegno entro il tempo di durata del rapporto, un ritorno economico in termini di provvigioni.

Purtroppo il mancato conferimento di un incarico in forma esclusiva da parte di “privati” che pubblicizzano i loro immobili e che autorizzano in buona fede semplicemente le agenzie a portare clienti propri senza impegni reciproci, generano purtroppo sistematicamente una duplicazione, da parte di quest’ultime, degli annunci sui portali senza alcun rispetto dei prezzi richiesti dai proprietari, delle descrizioni e delle foto degli immobili già privatamente sul mercato, che vengono annesse, nella maggior parte dei casi, “alla meno peggio” agli annunci duplicati. Tutto ciò, semplicemente per generare contatti, proporre altri immobili in portafoglio e cercare di ottenere una qualche utilità lavorativa senza minimamente pensare all’attività screditante causata ai singoli proprietari; questi ultimi, non accorgendosi facilmente di tutto ciò,  rimangono convinti che qualche visita ricevuta tramite le agenzie siano frutto delle proprie banche dati ma, in realtà, il più delle volte, sono clienti catturati attraverso chiamate scaturite da questi pseudo annunci posizionati sul web.

In ultimo, un incarico in esclusiva conferito non preclude la possibilità alla proprietà di usufruire anche di clienti “veri” inseriti nelle banche dati di altre strutture, poiché è sufficiente che l’agenzia detentrice dell’incarico si renda disponibile alla collaborazione con i colleghi ed ecco risolto il problema.

Oltre a tutto ciò, si può anche prevedere con la proprietà, se ritenuto necessario da quest’ultima, di escludere dagli incarichi conferiti in esclusiva, nominativi di potenziali acquirenti con cui può riservarsi di trattare personalmente la vendita senza riconoscere provvigioni in caso di conclusione della compravendita.

Per tutte queste molteplici motivazioni, sfumature delle stesse, e per quant’altro non previsto che mi riservo di esporvi personalmente, è importante affidarsi ad un esperto, serio e trasparente agente immobiliare, indipendentemente dalla struttura di cui è titolare, socio o responsabile e farvi assistere ed affiancare per valorizzare al meglio la vostra operazione di vendita.

Da trent’anni opero nel rispetto di quei valori deontologici che mi permettono ancora oggi di poter contare su una clientela fidelizzata da tempo e nuovi clienti a cui, con enorme soddisfazione, sono stato consigliato professionalmente e come persona.

Mi auguro quanto prima di annoverarvi nella mia “famiglia”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *